Università diffusa: il progetto di Fondazione Crt e Università di Pollenzo


Torino – Sono oltre 300 i partecipanti da tutto il mondo – tra accademici, formatori, docenti, esperti – che venerdì 21 e sabato 22 settembre a Torino daranno il via al progetto dell’Università Diffusa.

Torino – Questa ambiziosa iniziativa, resa possibile con il sostegno della Fondazione CRT, nasce dall’ultradecennale esperienza didattica dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, impostata da sempre sulla convinzione che, in campo gastronomico, le conoscenze accademiche ed ufficiali debbano dialogare con i saperi tradizionali del mondo contadino e artigiano.

Torino – La rete di Terra Madre nel mondo, con il suo esteso patrimonio di competenze, savoir faire, capacità e memorie proprie dell’umanità contadina, artigiana e produttrice di cibo sostenibile, costituisce un prezioso corpus di saperi informali che possono essere condivisi e resi accessibili.

A Terra Madre Salone del Gusto 2018, il 21 e 22 settembre, si terranno due giorni di workshop tematici che coinvolgeranno accademici, ricercatori e formatori del settore alimentare di tutto il mondo, al fine di realizzare un progetto di sapere inclusivo e democratico, basato sul costante dialogo tra conoscenza accademica e conoscenze tradizionali.

Sabato 22 settembre l’assemblea plenaria concluderà i lavori, con la presentazione da parte dei partecipanti e i delegati delle idee emerse e delle visioni da realizzare in futuro.

Ecco il programma dei lavori.

Venerdì 21 Settembre

ore 10 – 13

Lingotto, Sala Gialla

– Assemblea plenaria di apertura

Prof. Andrea Pieroni, Rettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

– Discorso di benvenuto

Prof. Nicola Perullo, Direttore Scientifico dell’Università Diffusa

– Presentazione del progetto

Introduzione dei cinque temi dei laboratori

1) Il sapere non accademico: come riconoscerlo, valorizzarlo, validarlo

2) L’università diffusa come rete aperta e in evoluzione

3) L’esperienza del viaggio: uno dei pilastri più importanti dell’università diffusa

4) Il mondo del lavoro, dell’impresa e l’accademia: come costruire relazioni sinergiche

5) Il Food Activism: come la società civile può condividere il cammino con l’accademia

ore 15- 17,30

Aule del Politecnico di Torino e di Camplus

Tavoli di discussione sui cinque temi di cui sopra dove i partecipanti lavoreranno divisi in gruppi

Sabato 22 settembre

ore 10 – 13

Aule del Politecnico di Torino e di Camplus

– Tavoli di discussione sui cinque temi. 

ore 15- 17,30

Lingotto, Sala Gialla

– Assemblea plenaria di chiusura

Prof. Nicola Perullo, direttore scientifico dell’Università Diffusa

– Abbiamo fatto il primo passo: impressioni e visioni per il futuro

I portavoce dei gruppi presentano i risultati dei cinque temi in discussione

Carlo Petrini, presidente dell’Università di Scienze Gastronomiche e di Slow Food

– Discorso di chiusura


Potrebbe interessarti anche:




Festa greca a Grugliasco: street food, balli folkloristici, musica e concerti live, fino al 16 settembre 2018



,




Terra Madre Salone del Gusto 2018, dal 20 settembre al 24 settembre 2018



,




Doppio senso. Visioni e inalazioni eno-culinarie, una mostra da assaporare – Bocuse d’Or Europe OFF 2018, fino al 30 settembre 2018



,




Cantine aperte in vendemmia in Piemonte, fino al 14 ottobre 2018





Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *