Profughi gay, il convegno all’Università


Si terrà il 21 settembre, a partire dalle 9.30 nell’aula magna del palazzo di Giurisprudenza in via Carlo Montanari, 9 a Verona, la giornata di studio “Richiedenti asilo, identità di genere e orientamento sessuale” (al centro delle polemiche politiche in Primavera per lo spostamento della data).

I contenuti scientifici della giornata sono stati curati da docenti e ricercatori dei dipartimenti di Scienze giuridiche e Scienze umane in collaborazione con il centro di ricerca Politesse e il centro di studi politici Hannah Arendt. Tra i relatori anche Baldassare Pastore coordinatore del Progetto di ricerca di interesse nazionale Prin 2015 e Martina Flamini magistrato del Tribunale di Milano oltre a docenti provenienti da altri atenei italiani.

L’appuntamento, accreditato dall’ Ordine degli avvocati di Verona, è rivolto a operatori sociali e associativi del settore delle migrazioni e dell’accoglienza, avvocati, studenti, dottorandi, specializzandi, docenti e ricercatori dell’università di Verona o di altri atenei previa iscrizione online, ­fino a esaurimento posti all’email istituzionale: asilolgbti@ateneo.univr.it.

Sarà il rettore Nicola Sartor ad aprire l’appuntamento. seguiranno gli interventi di Donata Gottardi, direttrice del dipartimento di Scienze giuridiche e Luigina Mortari, direttrice del dipartimento di Scienze Umane. “Con la riprogrammazione di questa giornata di studi – spiega Sartor – annunciata nelle note stampa di maggio scorso, il nostro ateneo conferma la volontà di garantire la libertà di ricerca e di espressione in campo scientifico, sancita dall’articolo 33 della Costituzione Italiana”.

Il convegno prevede due sessioni distinte, una giuridica e una di scienze umane per discutere i risultati della ricerca svolta nell’ambito del Prin 2015, Progetto di ricerca di interesse nazionale “Soggetto di diritto e vulnerabilità. Modelli istituzionali e soggetti giuridici in trasformazione”. A partire dalle 10.15 numerosi gli interventi in tema di “Orientamento sessuale e identità di genere nel diritto della protezione internazionale”. A coordinare i relatori provenienti dal mondo giuridico, dalle organizzazioni internazionali e dalle università di Bologna e Milano sarà Alessandra Cordiano, docente di Diritto privato di ateneo. A partire dalle 12.15 ampio spazio sarà riservato al dibattito tra i presenti.

La giornata di studi riprende alle 14.15 con il focus su “Soggettività migranti Lgbti: percorsi di esistenza e di resistenza” presieduto da Olivia Guaraldo docente di Filosofia politica di ateneo. Interverranno docenti e ricercatori delle università di Ferrara, Padova e Verona, i rappresentanti delle associazioni e dei gruppi di Verona e Vicenza operativi in tale ambito. A seguire gli interventi di ricercatori e docenti che illustreranno i risultati della ricerca Prin 2015 dell’università di Verona. Il pomeriggio di lavori sarà chiuso da un dibattito tra i presenti.




Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *