Parte alla grande l’Università del Tempo Libero


Parte alla grande l’Università del Tempo Libero di Triuggio. Il nuovo anno accademico è stato presentato dal presidente Rodolfo Suma e dal rettore Rosanna Zolesi.

Parte alla grande l’Università del Tempo Libero

Molto partecipata la serata inaugurale dell’Università del Tempo libero della Valle del Lambro. Presenti all’evento il parroco don Maurilio Mazzoleni che fa parte del Consiglio. Tra i relatori anche Marino Leonardo, responsabile dell’Area mercato della Banca di Credito Cooperativo. Leonardo ha portato il saluto del presidente e la condivisione della Banca a questa importante attività iniziata con il cavaliere Carlo Tremolada. Anche il sindaco Pietro Cicardi ha manifestato l’apprezzamento per questa realtà che ha un notevole rilievo nel territorio. Presente poi l’assessore ai Servizi sociali, Chiara Borgonovo,  che collabora ai Gruppi di Cammino.

I saluti del presidente Rodolfo Suma

Il presidente Rodolfo Suma ha espresso il suo saluto rilevando il cammino compiuto in questi 9 anni. Ciò grazie al supporto della Banca e all’operato della Bed. Alla collaborazione dei volontari e alla disponibilità dei docenti. Senza dimenticare la numerosa partecipazione di persone che vengono da vari paesi della Brianza. Il rettore Rosanna Zolesi ha messo in evidenza la funzione culturale e sociale dell’Università. Che ogni anno propone una vasta gamma di corsi. Ciò per rispondere alle esigenze delle persone di ogni età e per  stimolare curiosità e riflessioni, per dare conoscenze e competenze utili nella realtà di oggi nelle diverse età delle persone.

Presentati i nuovi corsi

L’università realizza molte iniziative in collaborazione con varie realtà del territorio. I docenti hanno presentato alcuni nuovi corsi. Ecco alcuni: Bridge, Modellazione di Monili, Il Racconto della Matematica, La Scienza: bufale e non, Le Comunità della Salute. E ancora, La Grande poesia del Nocecento,  l’Italia della Costituzione,  il Sessantotto, Leonardo, La seconda guerra mondiale. Tra i docenti anche il professore Francesco Mandarano che sta operando  per ottenere i  riconoscimenti previsti per chi è stato prigioniero in Germania. La serata si è conclusa  con gli auguri e un rinfresco insieme.

Giovedì incontro con l’autore

Giovedì 18 ottobre alle 21 presso la sede di via Silvio Pellico 5/7 è in programma un incontro con l’autore. Si tratta di Enrico Casartelli che presenterà il libro dal titolo “La ribelle primavera del 2030”. Il romanzo affronta le dinamiche di una società del futuro legata a una tecnologia sempre più evoluta. Il lettore si troverà di fronte a un connubio tra l’utilizzo della tecnologica e il rispetto della natura.



Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *