protocollo di intesa tra l’Università Bocconi e le Nazioni Unite


Un protocollo di intesa per collaborare in attività di ricerca sui temi dell’economia dello spazio, in un’ottica di rafforzamento e informazione reciproca sulle aree di comune interesse ma anche di impegno verso i paesi in via di sviluppo oltre che verso la comunità scientifica spaziale. È l’accordo che è stato siglato tra l’Università Bocconi e l’Office for Outer Space Affairs (Oosa) delle Nazioni Unite. Da parte dell’ateneo milanese l’accordo sarà attuato tramite lo Space Economy Evolution Lab di Sda Bocconi, diretto da Andrea Sommariva. 

In base all’intesa, nell’ambito dell’attività di ricerca congiunta sul tema dell’economia dello spazio (uno dei quattro pilastri della Space2030 Agenda, che delinea il contributo dello spazio agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite), sarà prestata particolare attenzione all’integrazione delle tecnologie spaziali con le nuove tecnologie emergenti, in linea con la Strategia sulle nuove tecnologie del Segretario Generale delle Nazioni Unite. 

La collaborazione tra le due istituzioni si concretizzerà inoltre nell’erogazione da parte della Sda Bocconi, con il sostegno di Oosa, di corsi accademici per la formazione di dipendenti pubblici, con particolare attenzione a quelli dei paesi in via di sviluppo: le materie oggetto dei corsi saranno quelle di competenza del See Lab e saranno in linea con il mandato e le attività in corso dell’Office for Outer Space Affairs (tra le altre, la promozione delle materie scientifiche e il progetto Space for Women dell’Oosa).



Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *